News ultimissime!

nikon gli aiuti alla croce rossa covid-19

Foliage e non solo, sulle Langhe

Workshop di un giorno

 

Workshop d'autunno in Langa, patrimonio UNESCO


Vieni con noi a fotografare l’eccezionale foliage delle vigne sulle colline delle Langhe (Piemonte). Un esperto, non solo di fotografia ma anche dei luoghi vi consiglierà punti di ripresa e soggetti particolari.

Un workshop, dal mattino alla sera, per imparare a fotografare in esterni sia con luce ambiente sia con luce mista, flash e ambiente, paesaggi, cantine, personaggi.


Per informazioni:
mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
whatsapp Marina 3356287688
Edo Prando 3358359343


Programma

Giorno: Sabato 21 ottobre 2017
0re 9, ritrovo all’Ufficio Turistico di La Morra, piazza Martiri, e partenza per le varie location.
Ore 13-15 pranzo in cantina e riprese in interni
Ore 15-19 riprese in esterni
Costo per persona: workshop 50 euro, menu assaggio gastronomico 25 euro
Numero massimo partecipanti 5

N.B Il programma potrà subire variazioni di orario secondo le condizioni climatiche o particolari esigenze di ripresa


Giorno: Domenica 22 ottobre 2017
0re 9, ritrovo all’Ufficio Turistico di La Morra, piazza Martiri, e partenza per le varie location.
Ore 13-15 pranzo in cantina e riprese in interni
Ore 15-19 riprese in esterni
Costo per persona: workshop 50 euro, menu assaggio gastronomico 25 euro
Numero massimo partecipanti 5

N.B Il programma potrà subire variazioni di orario secondo le condizioni climatiche o particolari esigenze di ripresa

 

Fotografia di Paesaggio e Model Sharing

5-9 Settembre 2017

IRLANDAONTHEROAD - PMSTUDIONEWS

con il supporto di HASSELBLAD (Fowa)

 

Master Class con Hasselblad X1D in Irlanda, tra fotografia di paesaggio e ritratto

 

Una imperdibile occasione per professionisti e fotoamatori evoluti: realizzare una Masterclass con la guida esperta di fotografi professionisti e l’opportunità unica di provare sul campo la nuovissima HASSELBLAD X1D

 

Masterclass “Explore the Myth” (Esplora il Mito, Irlanda) nasce come progetto di sviluppo di un workshop di alto livello, dedicato a professionisti e a fotoamatori evoluti.

Nei cinque giorni di Masterclass il partecipante avrà modo di immergersi in una full immersion nella fotografia di paesaggio e ritratto, con una sessione di model sharing e il supporto di una Make Up Artist professionale. Tecnica di ripresa, composizione e gestione delle luci (in caso di model sharing in interno).

In più ci sarà la possibilità, grazie a FOWA, di provare il sistema medioformato Hasselblad X1D. Un'occasione unica per chi vorrà fotografare con una fotocamera di altissima qualità, che sfrutta un sensore più grande di quello full frame.

I trasferimenti si svolgeranno a bordo di comode autovetture dotate di ogni comfort. Copriremo tappe importanti caratterizzate da paesaggi incredibili e dalla luce particolare, tipica dell’Isola di Smeraldo.

I nostri workshop sono sempre caratterizzati da piccoli gruppi, in modo che ognuno possa essere seguito in modo adeguato.

PROGRAMMA

Giorno 1

Arrivo all’aeroporto di Dublino dall’aeroporto di provenienza.

Saremo ad accogliervi per accompagnarvi, a bordo di comode vetture dotate di tutti comfort, al B&B/ Hotel di destinazione nell’area di Sligo. Durante il viaggio faremo conoscenza e prepareremo insieme il programma di lavoro per i giorni successivi.

Giorno 2

Percorrendo la Wild Atlantic Way, raggiungeremo la selvaggia Contea di Donegal, dove la natura è ancora in gran parte incontaminata:

Killybegs – (dal gaelico irlandese Cealla Beaga, "le piccole celle monastiche")

Killybegs è il più antico porto peschereccio d’Irlanda dove ci fermeremo per una passeggiata fra le variopinte imbarcazioni da pesca che solcano il grande Oceano Atlantico, nonché il cuore economico della contea del Donegal e il più produttivo d’Irlanda. Nel 1588, Killybegs è stato l'ultimo porto di scalo per la nave spagnola La Girona, quando l'Armada Spagnola cercò riparo sulla costa irlandese durante la guerra di Spagna con l’Inghilterra. Furono aiutati dall’allora capo clan di Killybegs, MacSweeney Bannagh. All’equipaggio de “La Girona” furono forniti tutti gli aiuti possibili, il timone del veliero fu riparato così poté nuovamente salpare alla volta della Scozia. Ma una tempesta sorprese la nave che naufragò al largo delle coste della contea di Antrim con la perdita di quasi 1.300 vite. Killybegs è famosa inoltre per i tappeti che adornano il Castello di Dublino e molti altri palazzi importanti nel mondo.

Slieve League - (dal gaelico irlandese Sliabh Liag – significa montagna dei lastroni)


Punta di diamante della Contea di Donegal: le Slieve League Cliff sono fra le scogliere più alte d'Europa con i loro 600 metri di altezza. Non sono conosciute come le Cliffs of Moher (meta più battuta dal turismo di massa), ma non hanno nulla da invidiare con la loro altezza tre volte maggiore. Nelle giornate limpide e soleggiate si scorgono il Benbulben nella Contea di Sligo, la Donegal Bay e la Contea di Leitrim. Essere su questi maestosi faraglioni, infonde una sensazione di potenza. La forza del vento alimenta le onde dell'oceano che ritmicamente si infrangono sulla falesia. L’urlo dell’oceano trova la sua maggiore potenza nei periodi invernali, quando il dio del mare Manannan Mac Lir - il dio del mare dei Tuatha Dè Danann - è infuriato. L’epiteto Mac Lir, dal gaelico, significa “figlio del Mare”.

Malin Beg

E’ un piccolo villaggio, perlopiù formato da famiglie di allevatori, nell’estrema punta a sud ovest del Donegal, dal quale si arriva fino alla spiaggia di Silver Strand.
 E’ un territorio aspro e selvaggio, battuto dai venti dell’Atlantico, dal quale si ha una magnifica vista sull’oceano e sulla Rathlin O'Birne Island. Una piccola isola disabitata che segna il punto più occidentale del Donegal, sulla quale venne edificato un faro nel 1846. Fu poi ricostruito in tempi più moderni e nel 1974 divenne il primo a propulsione nucleare in Irlanda. L'energia eolica sostituì, nel 1987, l'energia nucleare. Successivamente l’eolico fu sostituito, nel 1993, da energia solare. Rathlin O’Byrne Island fu il luogo dove il ramaio di S. Patrizio e primo vescovo di Elfin (San Asicus) andò e visse per sette anni come eremita.

Silver Strand

E’ una gemma incastonata nelle scogliere. Una spiaggia dorata protetta dalle rocce, formatasi in una insenatura a forma di goccia, che si raggiunge scendendo una lunga scalinata.

Glencolumbkille – (dal gaelico irlandese Gleann Cholm Cille)

Villaggio situato sulla penisola delle Slieve League, è il punto più a sud-ovest, sulla terra ferma, del Donegal in un’area dove la popolazione parla il gaelico Irlandese. Questa zona è conosciuta come le Highland del Donegal ed è uno dei tanti percorsi della Wild Atlantic Way.
 In passato è stato un simbolo di speranza e successo dopo l’emigrazione di massa del 1950. Qui, valorizzando sia la tradizione che l’innovazione, una piccola comunità ha mantenuto vive le tradizioni e la cultura. Un antico villaggio è stato fedelmente ricostruito con i tetti di paglia. Ogni cottage è una riproduzione esatta dell’abitazione tradizionale nei secoli XVIII, XIX, XX. Gli interni sono arredati con mobili, manufatti e utensili di quel periodo.

Giorno 3

Torniamo nell’estremo Nord, spostandoci nel Nord-Irlanda (U.K.) per visitare le celebri formazioni note come Giant’s Causeway (Sentiero dei Giganti), una formazione geologica unica di pietre esagonali che si innalzano come canne d’organo dalla riva della antica caldera vulcanica da 60 milioni di anni. Proseguiremo poi per il vicino ponte di corde di Carrick-a-Rede percorso ogni anno da migliaia di visitatori. Un’esperienza elettrizzante e unica.

Giant’s Causeway

E’ un affioramento roccioso naturale sulla costa nord-est dell’Isola di Smeraldo a circa 3km dalla cittadina di Bushmills nell’Irlanda del Nord, composto da circa 40.000 colonne basaltiche di origine vulcanica. Tra 50 e 60 milioni di anni fa, durante l’era Paleocene, la contea di Antrim fu soggetta a un’intensa attività vulcanica, quando un flusso di basalto fuso si introdusse attraverso i letti di gesso, andando a formare il caratteristico plateau lavico. La lava raffreddandosi e fondendosi, con il tempo si frantumò tale da sembrare fango essiccato. La dimensione delle colonne fu determinata dalla velocità con cui la lava si raffreddò dopo l’eruzione vulcanica. L’antica mitologia irlandese, principalmente nel Ciclo Feniano, narra la leggenda che le colonne siano i resti di una strada rialzata costruita da un gigante.

Carrick-a-Rede – (dal gaelico Carraig un' raid che significa “roccia del getto”)

Il ponte di corda a Carrick-a-Rede è una delle attrazioni turistiche principali dell’Irlanda del Nord, vicino alla cittadina di Ballintoy nella contea di Antrim. Il ponte si estende in lunghezza per 20 metri ed è 30 metri sopra il mare. Venne costruito 350 anni fa dai pescatori della zona per la pesca al salmone. Il salmone è un tipico alimento Irlandese ed è sempre stato il maggior sostentamento proteico, ma la pesca massiva ha causato un forte calo degli esemplari. La pesca fu sospesa e il ponte rimase chiuso per molti anni. Fino a che il National Trust britannico decise di trasformarlo in meta turistica, per il paesaggio, per l’unicità geologica e per le specie animali e vegetali. L’isola di Carrick-a-Rede è un antico cono vulcanico eroso dall’acqua.

Giorno 4

Model Sharing

La mattinata è dedicata, presso il B&B/Hotel, a un de-briefing e alla illustrazione della nuova Hasselblad XD1. Confronteremo le idee e l’esperienza raccolta nella Masterclass. Ci saranno alcune “lectures” da parte dei tutors e degli assistenti e un Q&A. In questo modo daremo il tempo alla Make Up Artist di preparare la modella per la sessione pomeridiana di model sharing.

Nel pomeriggio ci recheremo, insieme alla modella e alla MUA, presso alcune delle più suggestive e belle locations nei dintorni, già precedentemente esplorate dall’organizzazione e adatte a set di ripresa. In caso di maltempo il model sharing si svolgerà al chiuso presso locations di grande suggestione.

Giorno 5

Giornata di trasferimento per l’aeroporto di Dublino. In funzione dell’orario di partenza potrebbe essere necessario partire anche al mattino presto.

Quota di partecipazione al workshop: 900 euro, incluso pernottamento, mezza pensione (colazione e cena), autovetture per i trasferimenti, pick up all'aeroporto di Dublino e ritorno.

Sono esclusi il volo da e per l'Italia, pranzi. I voli potranno essere acquistati per conto proprio o tramite l'agenzia che cura gli altri servizi.

INFO Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

HASSELBLAD E' IMPORTATA E DISTRIBUITA IN ITALIA DA FOWA

 

 

 

Fotografia Etnografica - Fotografare la Baio

Storico Carnevale della Val Varaita

19 Febbraio 2017

 

Fotografia Etnografica, workshop con Edo Prando e pmstudionews

 

Ogni cinque anni, nella valle del Varaita (CN), si tiene la Baìo di Sampeyre (CN). Non è solamente un Carnevale storico, ma un crogiolo di tradizioni antiche e nuove: le scorrerie dei Saraceni nell’anno Mille, le sanguinose battaglie tra Francia e Savoia nella metà del Settecento, i costumi solari dell’Occitania, le Abbadie degli studenti medievali e le feste dei Saturnali dell’Antica Roma.

Una grande festa che vede la partecipazione di tutti gli abitanti, vestiti dei coloratissimi costumi, ciascuno con un ben preciso significato.

 

Fotografia Etnografica, fotografare la Baio con Edo Prando e pmstudionews

 

Ogni frazione di Sampeyre ha una propria Baìo. Tutte convergono in processione nella piazza del paese di Sampeyre la domenica di Carnevale. Un’occasione unica per fotografi e appassionati di antiche tradizioni.

Il nostro Edo Prando ha seguito per più di trent’anni varie edizioni della Baìo. Progetto che ha trovato conclusione nel volume “Baìo, l’antico Carnevale Occitano” - Ed. Araba Fenice (CN).

Sarà lui a seguire i partecipanti del workshop indirizzandoli sulla comprensione dei vari momenti e sul modo migliore per riprenderli con la macchina fotografica.

Costo 150 euro

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fotografia Etnografica, fotografare la Baio della Val Varaita con Edo Prando e pmstudionews

WORKSHOP personalizzati

 

Sei appassionato di fotografia? Vuoi partecipare a un workshop di fotografia tagliato "su misura" per te e i tuoi amici? Ci pensiamo noi!

pmstudionews organizza workshop di fotografia in Italia e all'estero per piccoli gruppi di appassionati. Ogni incontro e ogni viaggio sono studiati assieme ai partecipanti per offrire la miglior esperienza fotografica.
Tutti i nostri viaggi e i nostri workshop, anche di un solo giorno, sono pensati e organizzati per chi ama la fotografia e desidera ottenere il meglio dalla sua fotocamera. Lo staff di pmstudionews metterà a disposizione dei partecipanti la propria esperienza e conoscenza non solo tecnica, ma anche dei luoghi.

I nostri "teatri": Italia, Lituania, Marocco, Romania, Giordania, Langhe, Torino

Scriveteci Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e fateci sapere i vostri desideri

Joomla SEF URLs by Artio